Piazza

Alla Botte Pazza: il divertimento è di casa

 

I termini accogliente, squisito e confortevole non possono descrivere in maniera adeguata l’aria di casa che si respira appena si entra nella trattoria la Botte Pazza.
A poca distanza dal Lungomare e in un vicolo dei Mercanti, il locale offre i piatti tipici di Salerno e una piccola chicca per i buon gustai: il vino che sgorga dalle fontanelle.
Il titolare, Alfredo Favero, rispecchia l’ospitalità del suo locale e noi di itSalerno ne abbiamo approfittato per qualche domanda.

Buona musica, buon cibo… tanto vino!

La città di Salerno brulica di trattorie ed osterie ma, fino a cinque anni fa, nessuna offriva ciò che si trova alla Botte Pazza. L’idea di base era la creazione di un locale simpatico che andasse oltre la semplice ristorazione. Un luogo accogliente in grado di lasciar assaporare un clima di familiarità e unito al divertimento.
Oltre i piatti gustosi che recita il menù, le fontanelle nel muro offrono vino senza limiti. La fonte d’ispirazione è stata la famosa sagra di Pellare, frazione nel comune di Moio della Civitella. La bellezza di questo locale va però ben oltre una semplice sagra, accogliendo ragazzi e adulti tutte le sere. La Botte Pazza – come anche il locale adiacente, Pazza Marea, offre un menù di pesce – non solo è sempre piena, ma la clientela è sempre vivace e allegra.

Se il vino fa cantare…

Il brio che pervade il locale è coinvolgente e vivace e le mura ne hanno di storie da raccontare. Nel periodo natalizio, i clienti e Alfredo hanno creato un trenino che è arrivato fino a Piazza Portanova per circondare l’albero di Natale.
Chi vuole, durante le serate tra un bicchiere e una risata, si può anche cimentare nella musica. Il tamburello e alla chitarra appesi al muro non sono solo decorativi, a disposizione di tutti coloro che intendono offrire qualche nota musicale durante i pasti.
Dalle note di Mannarino a Cacao Meravigliao, la soddisfazione è al culmine tutte le sere, non solo per le storie più esilaranti, ma anche per quelle romantiche.
Una coppia australiana, infatti, ha deciso di tornare appositamente alla Botte Pazza. Lui, forse per amore o forse per il vino, ha trovato il coraggio di fare la grande proposta alla compagna. Tra storie d’amore e di divertimento, la Botte Pazza ha saputo fare del connubio tra ristorazione e familiarità una carta vincente.

 

Elena Morrone

Autore: Elena Morrone

Elena Morrone, nata nel 1995 a Salerno, ha frequentato il Liceo Classico di Salerno Torquato Tasso, dove ha diretto il giornalino scolastico Kaos. Dopo essersi diplomata si è iscritta all’Università di Salerno alla facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Ha collaborato con numerosi giornali online, occupandosi di vari settori, dal cinema alla politica.
Il suo hobby preferito, vedere film e serie tv, si è trasposto anche nella partecipazione per sei anni consecutivi al Giffoni Film Festival come giurata. Si interessa molto di cultura orientale, praticando anche yoga e leggendo libri a riguardo.

Alla Botte Pazza: il divertimento è di casa ultima modifica: 2017-08-04T08:34:55+00:00 da Elena Morrone

Commenti

Commenti

To Top