ARTE & CULTURA

La tragedia di Foscolo si consuma nel Castello Arechi

Castello Arechi

Il Castello del Principe: protagonista di tragiche vicende nella “Ricciarda”

Salerno colpì anche Foscolo. Il poeta incantato dalla terra frizzante salernitana non ha potuto fare a meno di agguantare carta e penna e iniziare a scrivere.
La sua storia, la Ricciarda, ha come scenario il Castello Arechi. Il monte Bonadies che ha in sé quindi oltre che alle già forti responsabilità storiche anche la trama di Ugo Foscolo.
Una storia che si consuma nel giro di pochi atti. Pochi atti che si estendono nell’arco di cinque giorni.
La tragedia che ha ispirato Ugo Foscolo, ambientata nella fitta storia d’intrighi del Castello Arechi, vede come protagonisti due innamorati.
È il Medioevo che fa da padrone come epoca storica della tragedia riportata da Ugo Foscolo. Questo prima del suo trasferimento nella città toscana. La Ricciarda è, tra le tragedie scritte da Foscolo, la più intrisa e stretta nella morsa del dramma.
Una storia che leggendola ha più un’impronta shakespeariana vista la dinamica. Due famiglie avverse. L’una contro l’altra.

Castello Arechi

Castello Arechi

Il Medioevo, l’amore fra due salernitani e l’odio delle famiglie rivali

Due giovani, che in nome dell’amore, al solito, vanno di mezzo alle questioni “dei grandi”.
Una guerra che durava da più di trent’anni non sembrava potersi sciogliere di fronte al solo sentimento dei giovani Guido e Ricciarda.
Con l’amore, ancora una volta c’è il tentativo utopistico di portare un segnale di pace. Ed è così che la Ricciarda di Ugo Foscolo crea una serie di reti inscindibili e legate fra loro.
Il Castello Arechi fu il colpo di fulmine per Ugo Foscolo. Appena avuta la possibilità di metter piede nella città salernitana fu subito amore. Nel 1812. Quando fu proprio il momento giusto per dar vita ai cinque atti della Ricciarda.
«è una tragedia tutto amore, e terribile per contrasti di pietà e di ferocia, e di affetti d’amicizia, d’amore, di fraternità». Le parole di Ugo Foscolo in una lettera a Silvio Pellico.
Fatto sta che la tragedia è stata messa in scena anzitutto in Italia, a Bologna, e successivamente pubblicata in Europa.

Francesca D'Elia

Autore: Francesca D’Elia

Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture. Sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori.
Segno zodiacale: Bilancia.

La tragedia di Foscolo si consuma nel Castello Arechi ultima modifica: 2017-07-07T11:28:05+00:00 da Francesca D'Elia

Commenti

Commenti

To Top