Piazza

Rugby Z.O.: non solo uno sport

Rugby Z.O. Salerno

Associazione Sportiva dilettantistica Zona Orientale Rugby popolare

Il Rugby è una realtà crescente sul suolo salernitano. Seppure spesso ai più sembra un’attività praticata da pochi, è in verità uno sport che creando molta aggregazione ha la capacità di coinvolgere.
Marta Guadagno è la vicepresidente dell’Associazione Sportiva dilettantistica Zona Orientale Rugby popolare di Salerno. Ci spiega che il rugby non è solo uno sport.
La squadra, sia maschile che femminile, la si trova spesso allenarsi nei parchi. Non è solo un legame con la natura a spingerli ad allenarsi in giro per la città. Talvolta è anche il fatto che spesso a Salerno il Rugby ancora non sia “sbocciato” al punto da affidar loro un posto sicuro nel quale allenarsi.
Nonostante le molte difficoltà la squadra non si arrende, e raccoglie un ampio numero di sportivi che va dai 18 ai 39 anni.
Come suggerisce Marta, la possibilità di unire un numero copioso di persone dà la possibilità di muoversi sul territorio su diversi fronti.

Zona Orientale Rugby popolare Salerno

Zona Orientale Rugby popolare Salerno

I valori del Rugby popolare

Zona Orientale Rugby popolare Salerno porta alta la bandiera non solo dello sport. Nello statuto della squadra ci sono i principi di antisessismo, antirazzismo e antifascismo. Questo oltre a dare valore allo sport, fa sviluppare una serie di dinamiche nel sociale. Si vede la squadra presente a sostegno di molti altri progetti in loco e sul territorio nazionale. Spesso si uniscono in supporto ad alcune manifestazioni, eventi che hanno bisogno di sapere. Si contribuisce a sostegno dei delicati temi dimostrando che sono pensiero anche di associazione sportive.
Ciò che ci fa notare Marta Guadagno è l’importanza del terzo tempo nello sport del Rugby. Se durante la competizione sembra esserci un rapporto teso fra le squadre, in realtà il terzo tempo lascia cader giù le barriere costruite dalle “prove fisiche”. Si offre così la possibilità di uno scambio amichevole che fa sciogliere il clima d’astio che probabilmente si può creare all’interno del campo. È già così possibile distinguere il Rugby dagli altri sport.

Seven Antirazzista degli All Reds a Roma: Zona Orientale è presente

Sulla scia del Rugby, Z.O. Rugby popolare, ha aderito alla Seven Antirazzista degli All Reds durante il mese di giugno. Allo scopo di riunire i diversi aspetti dello sport che si è resa necessario “scendere in campo” per prender parte all’iniziativa. Essere presenti nella capitale italiana identifica la squadra della Zona Orientale come attenta e partecipe anche in contesti in cui tramite lo sport si vuole creare un valore maggiore. È stata inoltre riconosciuta sul suolo come la realtà sportiva che più si avvicina agli ideali proposti dallo statuto.
Uno dei progetti in cantiere Z.O. Rugby popolare Salerno è iscriversi al Campionato. Questo richiederebbe non solo un impegno della squadra maggiore. Ma anche l’appoggio da parte del suolo salernitano. Per una maggiore diffusione sul posto dei diversi aspetti del Rugby si rende sempre più pressante l’esigenza di un luogo sicuro dove poter praticare lo sport. Sia per gli sportivi che adesso godono delle aree aperte e dei parchi, sia per Zona una sicurezza dei bambini che vogliono contribuire alla crescita del Rugby.

Estate Ovale

Estate Ovale

Per i bambini quest’anno è “Estate Ovale”

Si può avvalorare l’idea che tramite le regole proposte dal Rugby ci sia la possibilità di apprendere molto nell’ambito sociale. È per questo che si è dato il via dal mese di giugno al progetto “Estate Ovale”. A cura di Lorenzo Moscariello “Estate Ovale” invita fino al mese di luglio alla partecipazione dei bambini.
Con giochi ed escamotage si insegnano ai bambini le prime e utili tecniche per giocare a Rugby. Anche solo il gioco del fazzoletto, apportando qualche piccola modifica, può essere un modo per apprendere la base dello sport. I bambini dai 6 ai 13 anni sono i benvenuti. E saranno i protagonisti dell’evento estivo che cerca di promuovere il Rugby sul posto. Tutta l’adrenalina del gioco si placherà con il Terzo Tempo che prevede un rinfresco con bambini, genitori e istruttori.

https://www.facebook.com/zorugbysalerno/?fref=ts

Francesca D'Elia

Autore: Francesca D’Elia

Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture. Sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori.
Segno zodiacale: Bilancia.

Rugby Z.O.: non solo uno sport ultima modifica: 2017-07-07T11:12:15+00:00 da Francesca D'Elia

Commenti

Commenti

To Top