Amalfi, il complesso di San Pietro della Canonica - itSalerno

itSalerno

ARTE E CULTURA

Amalfi, il complesso di San Pietro della Canonica

Chiostro Di San Pietro Della Canonica Ad Amalfi

San Pietro della Canonica ad Amalfi continua a meravigliare ed innamorare. Nel complesso conventuale ritroviamo il chiostro e la chiesa. Scopriamo insieme i luoghi percorsi dai monaci medievali.

La passeggiata dei monaci

Panorama Dal Chiostro Di San Pietro Della Canonica Ad Amalfi
Panorama visibile mentre si giunge al chiostro moresco

Abbarbicato sul Monte Falconello, sorge la prima struttura in stile arabo-normanna della costiera amalfitana: il complesso conventuale di San Pietro. Trattasi del chiostro moresco di San Pietro della Canonica con annesso il monastero di San Pietro de Toczulo. Il lento andirivieni delle onde del mare accompagna la tipica passeggiata dei monaci medievali. Un percorso di meditazione e preghiera che culminava nelle grotte utilizzate per una profonda esperienza spirituale. A causa della denominazione del complesso conventuale, i monaci sono conosciuti come i Canonici di San Pietro. Nel 1212 il cardinale Pietro di Capua realizzò il seguente complesso per i canonici lateranensi. Fino a che nel 1583 il complesso fu abbandonato e occupato dai Cappuccini. In seguito, nel 1815 soppresso a causa delle leggi di Gioacchino Murat ed oggi è un albergo. La chiesa di San Pietro de Toczulo ospita ancora cerimonie religiose.

Il chiostro moresco di San Pietro della Canonica

Grazie al documento di fondazione ritrovato all’interno del monastero circestense de Toczulo, sappiamo che Pietro Capuano costruì il tutto nel 1212. Con ciò, si classifica come il primo chiostro realizzato sulla costiera amalfitana. Il secondo è il chiostro del convento francescano di S. Maria degli Angeli del 1234, oggi Albergo della Luna. Mentre il terzo è il chiostro del Paradiso del 1268 nel duomo di Amalfi.

Chiostro Moresco Di San Pietro Della Canonica Ad Amalfi
Tipica struttura in stile arabo-normanna

Il cardinale Pietro partecipò alla quarta crociata e di ritorno da Costantinopoli, conservò all’interno del monastero numerose reliquie di santi. Tra cui il corpo dell’apostolo Andrea, poi trasferito agli inizi del XIX secolo nella cappella della riconciliazione della cattedrale di Amalfi. In particolare, la costruzione del chiostro moresco terminò nel 1223. Esso è a pianta rettangolare, caratterizzato da un porticato sui tre lati con volte a crociera a sesto acuto. Gli archi di stile moresco scaricano su colonnine marmoree con capitelli “a stampella” con motivi di foglie sui due lati. Oggi il chiostro è praticamente integro, tranne per un lato danneggiato da una frana che ha trascinato con sé una parte di chiostro.

Chiesa di San Pietro della Canonica

Pavimento Della Chiesa Di San Pietro Della Canonica

La chiesa medievale conventuale è oggi conosciuta come Grand Hotel Convento di Amalfi ex Hotel dei Cappuccini. Presenta un vano unico con navata rettangolare con pavimentazione in cotto maiolicato, decorato con motivi floreali. L’altare maggiore è in marmo del 1800. Mentre le tele presenti risalgono al XVIII-XIX secolo con raffigurati dei santi.

Presepe Settecentesco Allinterno Della Chiesa Di San Pietro Della Canonica Amalfi
Presepe napoletano del ‘700

La chiesa di San Pietro della Canonica ha al proprio interno la cappella detta regia poiché molto favorita dai re. Attigue alla chiesa e di notevole interesse, ci sono le celle dei monaci che nel corso del tempo hanno subito trasformazioni per il pernottamento degli ospiti. Nella parte esterna alla chiesa, di fianco l’ingresso, c’è un affresco raffigurante la veduta cinquecentesca di Amalfi. Mentre l’interno conserva un pregevole presepe napoletano del settecento.

Amalfi, il complesso di San Pietro della Canonica ultima modifica: 2020-10-20T14:22:52+02:00 da Anna Salsano

Commenti

To Top