ARTE E CULTURA

Arte e poesia tra le strade del centro storico salernitano

Arte - Muri d'autore

Lo street art a Salerno non è soltanto la rappresentazione di graffiti e di murales, è il modo attraverso il quale si racconta e si riqualifica il centro urbano. Trasformando le aree più emarginate, in veri musei a cielo aperto. “Poesia ed arte” rappresentano il sodalizio perfetto della nostra città. Diventata a pieno titolo meta turistica, fonte d’ispirazione per gli artisti che decidono di lasciare una traccia di sé. Elaborando un graffito, un murales che possa rivalorizzare il territorio circostante.

Salerno città d’arte

Nel 2014 ha avuto inizio un progetto chiamato “Muri d’autore“, un vero e proprio contest di arte e letteratura. Inizialmente questo progetto aveva come finalità, quella di creare un legame tra il celebre poeta Alfonso Gatto e la città di Salerno. Ma successivamente il progetto si è ampliato ad un vero e proprio piano di riqualificazione urbanistica. Infatti, le aree meno valorizzate come il Rione Fornelle, sono state territorio fertile per artisti di tutto il mondo. Non solo murales ma anche versi tratti da autori illustri della poesia campana, ad esempio il poeta Salvatore Di Giacomo. Inoltre, famosa è il pensiero di Massimo Troisi che esprime ancora una volta il concetto d’amore. Celebri sono i versi: ‘O ssaje comme fa ‘o core. Una semplice dichiarazione d’ amore ma fortemente sentita.

Frase Di Massimo Troisi
I versi di Massimo Troisi

Alfonso Gatto poeta degli addii

Salerno rima d’eterno”, queste sono soltanto alcuni dei versi che il poeta salernitano ha composto per la sua città natale. Alfonso Gatto nasce nel rione Fornelle, un antico quartiere di origine longobarda. Da una famiglia di umili origini, porta avanti le sue idee antifasciste. Idee che trasforma in pensieri, in versi, ogni parola acquista per il poeta un valore di affermazione, di ribellione. Frequenta l’Università di Napoli ma non riesce a terminare i suoi studi, a causa di varie difficoltà economiche. Nonostante i vari ostacoli, il poeta continua a scrivere. La sua scrittura nasce osservando dall’alto il Golfo di Salerno, sua fonte d’ispirazione eterna. La sua poesia parla di vicoli, di uomini abbandonati, provati dalle miserie, di donne che affrontano la quotidianità con forza. Sono proprio queste le sensazioni che si rivivono, ripercorrendo i vicoli del centro storico salernitano. Un ritorno al passato, agli odori, a ciò che era.

Tramonto
Poesia di Alfonso Gatto

Oltre un semplice murales

Tanti sono i murales ed i graffiti che abbelliscono il cuore del centro storico. Ogni murales, ogni verso comunica un messaggio forte, dei veri e propri inni alla vita. La Street artist Alice Pasquini, una delle poche figure femminili attive in questo settore, è autrice del murales posto sulla grande scalinata che collega via Velia al Rione Fornelle. Quest’opera rappresenta una bambina che sorregge un mappamondo, simbolo del cosmopolitismo e della libertà di apertura con altre culture. Successivamente, ripercorrendo le stradine ritroviamo frasi celebri, tratte da opere di Montale, Calvino ed altri. Tanti sono i graffiti che raffigurano il mare, riportato alla luce come concetto metaforico dell’infinito, della riflessione e dell’apertura sconfinata. La bellezza di ammirare l’arte senza filtri, di leggere, di osservare la creatività in un vero e proprio museo senza barriere, un museo a cielo aperto.

Arte e poesia tra le strade del centro storico salernitano ultima modifica: 2019-08-26T09:00:39+02:00 da Giuliana Di Giacomo

Commenti

To Top