Eventi

Bellosguardo tra la mostra presepiale e la musica di Francesco Di Bella

Bellosguardo: il paesino perfetto per Natale

L’aria frizzantina, il vento gelido e la neve che si posa candida a terra assumono tutto un altro aspetto. Ciò accade quando ci si ritrova in accoglienti paesini di montagna. La magia che circonda le piccole comunità, specialmente nel Vallo di Diano, è unica. Bellosguardo sembra essere la meta perfetta per assaporare l’aria natalizia che caratterizza dicembre e gennaio. Un motivo in più per visitare questa splendida cittadina che sembra essersi cristallizzata nel tempo è la manifestazione Presepi d’Autore. Quest’anno il 29 dicembre si terrà la terza edizione di un evento che concede incredibile lustro ad un luogo già di per sé fiabesco.

Presepi d’Autore

Per il terzo anno consecutivo, il ridente paesino di Bellosguardo ospiterà la festa Presepi d’autore. Ad organizzarla l’associazione Rehub Alburni che si distingue sempre per il suo lavoro di promozione del territorio. A rendere l’evento del 29 dicembre unico è il magistrale lavoro di artigianato dell’Accademia del Presepe di Bellosguardo, il laboratorio di lavorazione presepiale del Vallo di Diano.
La mostra dei Presepi, quindi, serpeggerà nei viottoli e nei rustici locali del paesino, illuminando il borgo a festa. Non saranno unicamente i personaggi del presepe ad essere messi in mostra. I piatti della cucina tipica locale, le musiche popolari, i bracieri ardenti saranno i protagonisti di questa edizione. Ad accompagnarle, ritorna nuovamente l’Enoteca dei Vini della Valle del Calore. Si potranno assaporare i vini tipici nel palazzo nobiliare, in passato di proprietà del professore Alessandro De Philippis.
Tutto ciò assicura la perfetta e incantevole riuscita dell’evento Presepi d’autore.

Presepe

Francesco Di Bella: musica e Presepi d’Autore

Bellosguardo, oltre ad offrire il perfetto clima natalizio di cui ciascuno di noi ha bisogno, regala sempre sorprese speciali. Quest’anno, infatti, a conclusione della manifestazione, ci sarà il musicista Francesco Di Bella. La sua attività è iniziata nel 1987, con alcuni dei componenti di quelli che oggi conosciamo come 24 Grana. Qualche anno dopo, nel ’95, si è formata la band che ha firmato il contratto con la Sintesi 3000, l’attuale casa discografica di Francesco Di Bella. Da poco ha pubblicato il Francesco Di Bella & Ballads Cafè, il suo primo lavoro da solista. Con le sue ballate coinvolgenti, con il suo caldo dialetto, Francesco Di Bella accompagnerà l’evento.

Francesco Di bella

Il film di Presepi d’Autore

Il tema della suggestiva manifestazione, quest’anno, si rifà al film di Luciano De Crescenzo, il celebre Così parlò Bellavista. Elegante, raffinato e profondo, il film espone il pensiero filosofico di Crescenzo sull’essere napoletano sin dalle origini. Vizi, difetti, pregi dei napoletani sono raccontati dal regista con abile mano. Viene sottolineata anche l’incredibile arte dei napoletani di arrangiarsi, strappando anche delle risate. Quale modo migliore, quindi, di omaggiare Luciano de Crescenzo se non celebrando una delle caratteristiche di Napoli, il presepe?

Elena Morrone

Autore: Elena Morrone

Elena Morrone, nata nel 1995 a Salerno, ha frequentato il Liceo Classico di Salerno Torquato Tasso, dove ha diretto il giornalino scolastico Kaos. Dopo essersi diplomata si è iscritta all’Università di Salerno alla facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Ha collaborato con numerosi giornali online, occupandosi di vari settori, dal cinema alla politica.
Il suo hobby preferito, vedere film e serie tv, si è trasposto anche nella partecipazione per sei anni consecutivi al Giffoni Film Festival come giurata. Si interessa molto di cultura orientale, praticando anche yoga e leggendo libri a riguardo.

Bellosguardo tra la mostra presepiale e la musica di Francesco Di Bella ultima modifica: 2017-12-28T10:15:20+00:00 da Elena Morrone

Commenti

To Top