INTERVISTE

#ForSarahAndSergio: il viaggio contro il cancro di Marco Liam

binari

#ForSarahAndSergio: il viaggio di Marco Liam

#ForSarahAndSergio è una sfida, una raccolta fondi, è una campagna di sensibilizzazione per tutti noi. Marco Liam Guariniello, madre irlandese e padre italiano, di Baronissi, ha percorso circa ventisette ore in treno, sfidando se stesso e gli altri ad essere persone migliori.
La campagna #ForSarahAndSergio ha posto un tassello nella battaglia contro il cancro della Cancer Research UK, raccogliendo soldi grazie al suo viaggio. La partenza, da Walthamstow Central, è avvenuta il 2 ottobre e il viaggio porta il nome di due persone importanti per lui.
#ForSarahAndSergio è l’unione del nome della nonna materna e dello zio, dalla parte del padre. Ventisette ore in treno per raccogliere fondi. Ma il grande gesto di Marco Liam non è solo per i suoi familiari: è per il mondo intero.
Spesso ci dimentichiamo di quanto sia crudele la battaglia contro il cancro e, fortunatamente, ci sono persone come Marco Liam che lo ricordano.

Marco Liam e il viaggio di 27 ore: come si combatte il cancro

Marco Liam ha deciso di raccontare qualcosa di questo viaggio così pieno di speranza e forza alla redazione di itSalerno.

"<yoastmark

 

Cosa ti ha spinto a partire per la campagna #ForSarahAndSergio?

Sarah e Sergio erano due membri della mia famiglia che sono entrambi scomparsi nel 2017 dopo aver perso la battaglia col tumore. Dopo questi due lutti, ho intrapreso un’inevitabile percorso di riflessione personale riguardante quello che era successo. Ciò che ne è venuto fuori mi ha profondamente scosso. Nonostante colpisca una persona su due, il tumore resta un argomento tabù, confinato alla ricerca scientifica e alla medicina. Le patologie tumorali vengono raramente nominate, trasformandole in nemici senza nome. Inoltre, quando una persona si ammala di cancro, cambia radicalmente come gli altri ci si rapportano. Parte di questo cambio comportamentale è attuato inconsciamente, ma una variabile molto importante è sicuramente una generale mancanza di voglia di affrontare l’argomento, sia emotivamente che razionalmente.
Di conseguenza, spinto dalla voglia di affrontare i temi emersi dalla mia riflessione, ho deciso di avviare ‘For Sarah and Sergio’, una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi da devolvere in beneficenza alla ricerca contro il cancro, nello specifico alla “charity” britannica “Cancer Research UK”.

 

Che emozioni hai provato durante il viaggio?

Ogni viaggio è un’avventura senza precedenti, capace di regalare emozioni nuove, uniche e irripetibili. “For Sarah and Sergio” mi ha portato a fare un viaggio di ventisette ore, utilizzando solo le strade ferrate per attraversare quattro paesi Europei, partendo da Londra per passare da Parigi e poi Milano.
Quello che questo viaggio ha avuto di diverso da tanti altri che ho fatto è stato il suo significato e la missione da portare a termine. Ho avuto l’occasione e il piacere di parlare dell’iniziativa con tantissime persone di nazionalità diverse.
Ho avuto l’opportunità e il privilegio di ricordare i miei due familiari con un sorriso di speranza per tutto il viaggio. Emozioni uniche e irripetibili, che hanno dato sia a me che alla mia famiglia la possibilità di vivere diversamente il dolore della scomparsa.

un treno in corsa

un treno in corsa

 

Credi di essere cambiato dopo questo viaggio #ForSarahAndSergio?

Si, ogni viaggio ha il potenziale di arricchire, ma in questo caso non è stato solo quello. Subire la scomparsa dei miei due familiari, assistere all’immenso dolore di parenti e amici, avere la possibilità di razionalizzare quel dolore con l’iniziativa, lanciare una speranza. Aiutare la ricerca per contribuire a salvare la prossima Sarah e il prossimo Sergio. Questi sono fattori che hanno profondamente cambiato la mia prospettiva su tante cose. Ho inoltre visto, in prima persona, che da ogni evento, anche dal più terribile, può nascere qualcosa di positivo per poter crescere insieme. #ForSarahAndSergio inizia come campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi per la ricerca, ed è poi diventato tanto altro.

E per quest’anno è prevista qualche altra campagna?

#ForSarahAndSergio tornerà nel 2018- Il concetto di base del viaggio in treno dal Regno Unito all’Italia resterà lo stesso, ma ci saranno delle novità. Posso dirti, in anteprima esclusiva, che il viaggio sarà ancora più lungo e che i fondi raccolti andranno anche ad un’associazione italiana.

Elena Morrone

Autore: Elena Morrone

Elena Morrone, nata nel 1995 a Salerno, ha frequentato il Liceo Classico di Salerno Torquato Tasso, dove ha diretto il giornalino scolastico Kaos. Dopo essersi diplomata si è iscritta all’Università di Salerno alla facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Ha collaborato con numerosi giornali online, occupandosi di vari settori, dal cinema alla politica.
Il suo hobby preferito, vedere film e serie tv, si è trasposto anche nella partecipazione per sei anni consecutivi al Giffoni Film Festival come giurata. Si interessa molto di cultura orientale, praticando anche yoga e leggendo libri a riguardo.

#ForSarahAndSergio: il viaggio contro il cancro di Marco Liam ultima modifica: 2018-03-13T07:48:41+00:00 da Elena Morrone

Commenti

To Top