CONOSCERE SALERNO

La Fontana della Fertilità, l’evoluzione di Nocera Inferiore

Fontana della Fertilità

Dall’incantevole dolcezza, in piazza Amendola a Nocera Inferiore c’è lei. La Fontana della Fertilità, attorno alla quale ruota la piazza, manifesta in modo suadente e delicato la rinascita di Nocera.
Si, perché Nocera ha sulle spalle una storia molto lunga. Le testimonianze la vedono sorgere già intorno al 2000 a.C. e da allora non ha mai smesso di evolversi.
I passaggi che questa località ha affrontato sono stati molteplici. L’evoluzione della storia l’ha portata fino ai giorni d’oggi, testimone di un’epoca che l’ha profondamente segnata.
Infatti Teodorico di Nieheim ha dedicato alcune parole per Nocera: «Questa terra è a tal punto fertile e bella come una campagna che Dio ha benedetto».

Sorta da una storia profonda, ricostruita da frammenti, si risolleva così…

Non è un caso che sia proprio a Nocera Inferiore infatti che nel 2007, dieci anni fa, sorgere l’idea di una fontana che simboleggi una nuova vita. Forgiata dalle mani dello stesso nocerino Onofrio Pepe grazie al lavoro della Fonderia Artistica Marinelli di Firenze. La sagoma di donna siede sul bordo della fontana, accerchiata da altre tre figure di bronzo, immagini femminili che attraverso lo sgorgare dell’acqua rappresentano la fertilità.
La ripresa di un territorio in verità già di per sé fertile, con grandi risorse nel settore agricolo. Nocera, si è sempre mostrata molto forte nella competizione con l’esterno, nel difendersi. Del resto Nuceria Alfaterna è sempre stata piuttosto risoluta nel risollevarsi dalle sorti storiche che talvolta l’hanno vista abbattuta.
è dal 1851 che definitivamente si è creata l’identità di Nocera Inferiore, dopo che il territorio di Nocera nella sua totalità è stato suddiviso in continuazione facendo emergere sempre più frammentazioni interne.

Piazza Amendola - Fontana della Fertilità a Nocera Inferiorie

Piazza Amendola – Fontana della Fertilità a Nocera Inferiorie


Scoprire Nocera

Ancora oggi infatti si discorre sull’ipotesi di unificare Nocera Superiore e Nocera Inferiore, discorso che solleva non poche tematiche da affrontare. Ma all’infuori di queste ipotesi, adesso Nocera è alzata di nuovo dal clima turbolento che si è trascinata dagli anni precedenti.
Il suo riprendersi ha scaturito una serie di iniziative positive sorte sul territorio, e che vedono coinvolti gli abitanti del posto. Portando avanti eventi che manifestano l’identità nocerina attraverso il folklore e la tradizione, le feste religiose e partecipe a numerose attività sportive. Non da meno l’evento estivo Jazz in Parco che vede dal ’98 il via vai di ospiti di spessore internazionale accolti nella realtà di Nocera, nel cortile del Palazzo Fienga. Si è data così occasione di avvicinare le persone creando momenti formativi e di aggregazione culturale facendosi scoprire nuovamente poco per volta.

Francesca D'Elia

Autore: Francesca D’Elia

Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture. Sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori.
Segno zodiacale: Bilancia

La Fontana della Fertilità, l’evoluzione di Nocera Inferiore ultima modifica: 2017-09-07T07:24:39+00:00 da Francesca D'Elia

Commenti

To Top