Eventi

A largo di Punta Licosa: in memoria degli uomini del Velella

Sommergibile Velella

Non è facile realizzare che dopo tanti anni il fondale di punta Licosa sia ancora la tomba dei cinquanta uomini a bordo del Velella.
Il sommergibile attaccato durante il Piano Zeta nel 1943. Una manovra evitabile se non fosse che l’avvertimento di armistizio quello stesso giorno a bordo del sommergibile non è mai arrivato. Troppo tardi. Il tempo ha giocato un ruolo sfavorevole nei confronti del Velella che affondato, tirato giù dai colpi inflitto, non è mai più riemerso. Ha reso così quegli uomini le ultime vittime di cui oggi non c’è traccia alcuna.
Ancora testimoni, sub, marinai e pescatori talvolta avvertono la sua presenza a largo di quelle acque. Ma di tirarlo fuori e far emergere la memoria degli uomini di bordo ancora non se ne parla.
Nel frattempo non è stata però privata loro l’annuale cerimonia commemorativa.

Sommergibile Velella

Sommergibile Velella

Castellabate: cerimonia di commemorazione

 Per ricordare che nelle stesse acque in cui oggi ci immergiamo, intorno alle stesse emozioni che ci da il mare, è legata anche una tragedia. 
Difatti ancora si spera che si arrivi ben presto ad una soluzione utile per far emergere il sommergibile. L’ultimo sommergibile italiano affondato nelle acque del Golfo di Salerno. Far riavere ai familiare quel che rimane dei militi, se ancora il mare ha avuto pietà conservando qualcosa. Infatti sembra che il sommergibile, detto da chi ha avuto il coraggio di andare a vedere da vicino, sia conservato in ottime condizioni. Come se nulla fosse cambiato da allora. 
I parenti dei malcapitati non hanno mai potuto riabbracciare una salma e oggi non hanno un luogo dove poter piangere i loro cari. 
Ma ancora, tanto rispetto per chi ha perso la vita quel giorno triste, quel 7 settembre. Per questo a Castellabate la mattina del 10 settembre l’Associazione Marinai d’Italia del gruppo Santa Maria di Castellabate si ricorderà, come ogni anno da ben settantaquattro anni, le vittime del sommergibile Velella.

 

 

Francesca D'Elia

Autore: Francesca D’Elia

Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture. Sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori.
Segno zodiacale: Bilancia

A largo di Punta Licosa: in memoria degli uomini del Velella ultima modifica: 2017-09-08T07:53:36+00:00 da Francesca D'Elia

Commenti

To Top