INTERVISTE

Rossella Gregorio: da Salerno alla conquista del mondo

Le Olimpiadi. Partecipare alla manifestazione più antica e importante del mondo difendendo i colori del proprio Paese è il sogno di ogni atleta. Gli occhi del mondo intero puntati addosso, e quel podio a portata di mano, con il gradino più basso più dolce di tutti, dotato anch’esso del lasciapassare per l’olimpo degli atleti. E alle Olimpiadi ci sta pensando anche Rossella Gregorio, schermitrice salernitana fresca dell’oro nella sciabola a squadre conquistato ai mondiali di Lipsia.

 

Campania-Gregorio-Rossella

Campania-Gregorio-Rossella

 

Tokyo nel mirino

“Voglio continuare su questa strada, ho tanti obiettivi da raggiungere tra cui le olimpiadi di Tokyo, dove cercherò di conquistare una medaglia”. Ha le idee chiare Rossella. Voglia, fame e ambizione sono da sempre le armi migliori degli atleti di ogni disciplina. Una passione che, a detta di Rossella, “è nata quasi per caso, mi sono avvicinata alla scherma grazie a degli amici di famiglia e mai avrei pensato di raggiungere questi risultati”.
Una crescita graduale condita da tante medaglie e culminata con successi importantissimi. L’oro individuale nella sciabola agli Europei nel 2017 a Tbilisi e l’oro nella sciabola a squadre conquistato un mese fa ai mondiali di Lipsia sono il coronamento di anni di duro lavoro. E con questi biglietti da visita sognare un podio a Tokyo 2020 è più che lecito.

 

Rossella Gregorio

Rossella Gregorio

 

Da Salerno a Roma

Vanto salernitano, Rossella non ha dimenticato la sua città.
“Devo tanto alla città e alla palestra in cui sono cresciuta, il Club Scherma Salerno, con la quale conservo un ottimo rapporto”.
Un ambiente positivo, un buon rapporto con i compagni e con il suo primo allenatore hanno favorito la crescita costante e graduale di Rossella. Crescita però che ha dovuto continuare a Roma, dove si è trasferita a 22 anni incontrando il suo nuovo e attuale allenatore, Lucio Landi. Il trasferimento in una società economicamente più forte ha consentito a Rossella di lavorare in vista delle olimpiadi di Rio, dove ha partecipato facendo un’ottima figura. Un emigrare dunque forzato ma allo stesso tempo fortemente voluto, che ha portato Rossella sotto i riflettori nazionali prima, e mondiali poi. E tutti noi salernitani speriamo di vederla presto anche sotto i riflettori olimpici, dove avrà una città intera a spingerla fino all’ultima stoccata.

Marco Fummo

Autore: Marco Fummo

Nato a Salerno nella primavera del 1991, dopo un’infanzia spensierata si appassiona irrimediabilmente al mondo della letteratura e della scrittura, del cinema, delle serie TV e dello sport. Diplomato al Liceo Classico De Sanctis, laureato in Editoria e Pubblicistica all’Università di Salerno e laureando in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni all’Università di Urbino, ha scritto per svariati giornali online occupandosi principalmente di cinema, serie TV e sport.
Ha nel Giffoni Film Festival una sua seconda casa, dove è stato giurato per circa 10 anni e nell’ultima edizione ha fatto parte dello staff.

Rossella Gregorio: da Salerno alla conquista del mondo ultima modifica: 2017-08-21T08:05:04+00:00 da Marco Fummo

Commenti

To Top