Eventi

Una sagra, un paese: i percorsi gastronomici in provincia

Festa Di Paese e sagra

Una volta arrivata l’estate, la preoccupazione per la prova costume passa in secondo piano. Ma, in fin dei conti, non è mai stata davvero così importante e motivo per il quale si apre un ventaglio di possibilità succulente. Agosto, infatti, è il mese per eccellenza delle sagre campane che attirano ogni giorno buon gustai o semplici curiosi alle loro tavole. Dal Cilento al Vallo di Diano, dal mare alla montagna, da nord a sud, è il momento di aprire lo stomaco.

Il percorso gastronomico di Caggiano

La sagra inizia l’otto e prosegue fino al dieci, snodandosi all’interno del paese in un pastaio di cibo, musica e viste mozzafiato. Il percorso, infatti, porta il visitatore in vari punti tattici, offrendo in ognuno di essi un diverso piatto. Iniziando dall’antipasto con bruschette, salumi e formaggi, si passa ad un primo di lagane e ceci, uno dei piatti tipici e più ricercati e si può gustare sulle mura del paese. Il secondo invece offre la scelta tra il pasticcio e la carne rossa sui carboni ardenti. I dolci sono ricchi e squisiti, come la fetta di torta pan di Spagna ripiena di cioccolato e crema e sono accompagnati dalle percoche imbevute nel vino. In più, convegni e mostre animano i palazzi del paesino e lo illuminano a festa in occasione della sagra gastronomica da giovedì 8 a sabato 10 agosto.

Sagra - Vista dal basso del monte
Foto di Vittorio Morrone

La sagra dell’antica pizza Cilentana a Giungano

L’arte della pizza ha varie sfaccettature e ogni paese custodisce gelosamente la propria ricetta. A Giungano, un paesino di poco più di 1300 abitanti, dal 6 fino all’11 agosto, si festeggia la pizza Cilentana. Con la celebrazione dei prodotti eno-gastronomici, il paese accoglie i turisti, accompagnandoli in una sagra tanto discreta quanto entusiasmante. A fine serata, dalle ore 22, il buon cibo strizzerà l’occhio alla buona musica. Si susseguiranno nei giorni personaggi come Mimmo Epifani, Peppe Cirillo, I Tarantolati di Tricarico. Infine il 10 ci saranno gli Ascarimé e l’11 toccherà ai Kiepò, la compagnia di musica popolare. Tra i palazzi gentilizi e le accoglienti vie del paese, la sagra sarà un evento imperdibile.

Sagra della Pizza Cilentana

In provincia di Campagna la Sagra del Castrato al Ragù cu Maccarun r’ Zit

Campagna è famosa per la sua Chiena ma anche le sue frazioni e paesini adiacenti brillano per le loro tradizioni. La sagra di Serradarce, infatti, si pone come scopo quello di celebrare gli antichi fasti e le antiche ricette e con la sua 31esima edizione, si potrà gustare il menù che gli sposi proponevano anni e anni fa. L’attenzione si focalizza in particolar modo sulla pasta degli sposi ovvero i maccheroni conditi con ragù di maschio della pecora, castrato e allevato dai genitori degli sposi come buon augurio per i figli sposati. Il vino e la buona musica allieteranno questo matrimonio gastronomico che si terrà dall’8 al 13 agosto.

Sugo usato per la sagra a Campagna

La sagra di Maiori con la melanzana al cioccolato

Spostandoci da sud verso nord, attraversando le curve della Costiera Amalfitana, si arriva a Maiori ed è proprio qui che la sagra delle melanzane con il cioccolato ha luogo. Nel paesino incastonato tra le montagne e la spiaggia, il connubio tra le tipiche melanzane e la dolce cioccolata si festeggia il 7 e l’8 agosto ma la sagra non si conclude soddisfando solo il senso del gusto ma, anzi, tenta di allietare anche tutti gli altri. Con musica dal vivo e spettacoli organizzati per le vie del paesino, la vista stupenda e il percorso delle statue viventi preparato per l’occasione, il cibo avrà un sapore ancora più prelibato.

Sagra - Melanzane usate a Maiori

Non chiudete lo stomaco

Dalla prossima settimana, però, continuano gli appuntamenti culinari nella provincia di Salerno. Citandone alcuni, a Vatolla si tiene tutti i weekend la sagra della cipolla, ormai alla sua sesta edizione e ad Albanella si festeggia la Bufala dall’8 al 14 agosto. A Gaiano, invece, tocca alla sagra del Cinghiale e delle nocciole, dal 29 agosto. Il pomodoro invece fa da padrone a San Cipriano Picentino dal 13 al 16 agosto. A Rutino, invece, la Festa dei Sapori occuperà i giorni dal 18 al 25. In quel di Castellabate, invece, il vino scorrerà a fiumi dal 19 al 23 agosto.

Elena Morrone

Autore: Elena Morrone

Elena Morrone, nata nel 1995 a Salerno, ha frequentato il Liceo Classico di Salerno Torquato Tasso, dove ha diretto il giornalino scolastico Kaos. Dopo essersi diplomata si è iscritta all’Università di Salerno alla facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Ora sta proseguendo gli studi presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna, con il corso magistrale in Comunicazione Pubblica e d’Impresa. Ha collaborato con numerosi giornali online, occupandosi di vari settori, dal cinema alla politica. Il suo hobby preferito, vedere film e serie tv, si è trasposto anche nella partecipazione per sette anni consecutivi al Giffoni Film Festival come giurata e, nel 2018, ha partecipato alla Mostra internazionale del Cinema di Venezia. Si interessa molto di cultura orientale, praticando anche yoga e leggendo libri a riguardo.
Una sagra, un paese: i percorsi gastronomici in provincia ultima modifica: 2019-08-06T09:00:33+02:00 da Elena Morrone

Commenti

To Top