ARTE & CULTURA

Strada: Street Art a Faiano

Da sempre i murales, o la Street Art nel suo contesto più ampio, sono considerati l’espressione di una generazione conflittuale. Ponendo l’attenzione sulla polemica nei confronti del capitalismo imperante, delle ingiustizie culturali, politiche e sociali. Da qualche anno a questa parte però l’interesse per questo tipo di forma d’arte nello spazio pubblico è cresciuto.
Da contro cultura i murales sono diventati uno strumento non solo di abbellimento, ma anche di rivalsa sociale e rivalutazione di zone e territori dissestati. Non più dunque underground, rivoluzionari, ma protagonisti anche di programmi istituzionali. E proprio il nostro territorio si è dimostrato molto sensibile a riguardo.

 

Street Art - Gatto

Street Art – Gatto

 

La poesia tra i vicoli delle Fornelle

A Salerno ormai è noto a tutti il meraviglioso lavoro svolto nel rione Fornelle. Un luogo nel cuore del centro storico cittadino, da sempre etichettato come pericoloso e logoro, seppure non vi fosse conferma concreta a queste informazioni. Oggi è diventato addirittura uno dei posti più suggestivi da visitare nella città di Salerno.
Opere meravigliose di artisti italiani e stranieri coprono l’incuria. I versi di Alfonso Gatto e dei poeti più noti resteranno scolpiti per sempre tra le vie e le case del Centro Storico. Una città, un rione che ha urlato rivalsa. La Street Art ha reso fruibile la poesia anche a chi non l’ha mai letta. Ciò è avvenuto anche grazie al contributo attivo della Fondazione Alfonso Gatto che ha proposto l’innovazione per risollevare alcune zone cittadine. Non solo nel Centro Città, una simile opera di rivalutazione è avvenuta anche a Faiano.
Tra qualche mugugno di alcuni cittadini che trovavano le opere estranee al contesto, nel Comune in Provincia di Salerno è possibile osservare opere di indiscutibile valore artistico.

 

Street Art - Ungaretti

Street Art – Ungaretti

 

L’arte a Faiano

Le opere risalgono al 1984, quando il comune di Faiano è stato impreziosito da murales rappresentati opere di artisti di fama internazionale.
Tra i tanti nomi spicca quello di Alice Pasquini, artista che vanta innumerevoli opere in giro per l’Italia e per l’Europa. “Aqua Vitae” realizzata sulla fontana del paese e “Le Belle Statuine” in via Pisacane hanno avuto un grandissimo impatto sulla scena cittadina.
Dopo vent’anni dalla loro realizzazione però queste opere sono diventate oggetto di discussione perché abbandonata a sé stesse e all’incuria. Di recente l’amministrazione comunale ha deciso di intervenire. Con il progetto “Contemporaneo Urbano 17”, legato anche questo alla Fondazione Alfonso Gatto, ha coinvolto esperti e ragazzi dei licei artistici limitrofi per salvare tutte le opere e per aggiungerne di nuove. Tra queste anche molte poesie di Alfonso Gatto, ridandogli lo splendore di un tempo e cercando di riportare Faiano di nuovo alle luci della ribalta rendendola meta di turismo. Ancora una volta dunque la Street Art proverà a lasciare il segno. Valorizzerà la zona con bellezza e cultura rendendo Faiano più comunicativa, profonda, creativa e accogliente.

 

Marco Fummo

Autore: Marco Fummo

Nato a Salerno nella primavera del 1991, dopo un’infanzia spensierata si appassiona irrimediabilmente al mondo della letteratura e della scrittura, del cinema, delle serie TV e dello sport. Diplomato al Liceo Classico De Sanctis, laureato in Editoria e Pubblicistica all’Università di Salerno e laureando in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni all’Università di Urbino, ha scritto per svariati giornali online occupandosi principalmente di cinema, serie TV e sport.
Ha nel Giffoni Film Festival una sua seconda casa, dove è stato giurato per circa 10 anni e nell’ultima edizione ha fatto parte dello staff.

Strada: Street Art a Faiano ultima modifica: 2017-08-16T07:57:23+00:00 da Marco Fummo

Commenti

To Top