ARTE E CULTURA Noi Salernitani

Ama et ama: l’arte si fa medicina tradizionale

Il logo dell'associazione Ama et AMA

Sempre in fermento con nuove opportunità e offerte culturali, Salerno è città di mosaicale ricchezza. La città europea del sud Italia è cosmopolita nel cuore dei suoi abitanti.
La storia di oggi è quella dell’associazione Ama et ama che riunisce i medici artisti di Salerno. Convinzione comune degli associati è che l’arte può essere una cura tra le altre.
Dostoevskij diceva che la Bellezza avrebbe salvato il mondo: questi medici potrebbero metterci la firma, magari su una prescrizione.

La cura e la bellezza: Medicarte

L’Associazione Medici Artisti e Amanti dell’Arte è presieduta dal chirurgo oculista Vincenzo Pagliara, uomo di scienza e di arte. Oltre alla professione medica, infatti, Vincenzo Pagliara organizza spettacoli con la sua band. Proprio questa passione è il carburante nel suo impegno in prima linea nelle frontiere della musicoterapia.  Secondo il professionista, infatti, scienza ed arte possono essere un connubio dai risvolti curativi.
Questo concetto è stato approfondito nel convegno Medicarte che si è tenuto lo scorso 15 gennaio. L’evento è stato organizzato da Anna De Rosa, pittrice, e Vincenzo Pagliara, cantautore, ed è stato patrocinato dalla Provincia di Salerno. In questo contesto anche una mostra d’arte (rimasta in esposizione fino al primo febbraio), canti e poesie.
Sulla scia del potere medicamentoso dell’arte, a Bergamo, “La Carrara in Humanitas”: sinergia tra Accademia Carrara e gli ospedali Humanitas Gavazzeni e Humanitas Castelli nei quali è stata esposta una selezione di dettagli delle opere dell’Accademia.

Bellezza fa rima con… bene

Ama et ama ha la peculiarità di non essere un gruppo sterile: non ha la bellezza fine a sé stessa quale scopo.
I medici dell’associazione, infatti, hanno il merito di donare tempo e professionalità anche ai più bisognosi. A titolo d’esempio, infatti, il dottor Pagliara nello scorso anno ha visitato gratuitamente diverse centinaia di persone in difficoltà economica e più di un migliaio di bambini.
Non solo: lunedì scorso le ultime visite oculistiche gratuite per i bisognosi a Casa Nazareth, Mercatello. Un impegno ripetuto mensilmente grazie a quel tandem Rotary Club – Ama et ama (per prendere contatti con il poliambulatorio solidale e per richiedere tutte le informazioni del caso al numero 3398081041).
In più, come ogni anno da 35 anni, l’oculista Pagliara aderisce alle campagne di prevenzione nazionale.

Come sempre, da 35 anni l’oculista Pagliara aderisce alle campagne di prevenzione nazionale. Info e prenotazioni: 089220310 – 3398081041

Publiée par Dott. Prof. Vincenzo Pagliara Medico Chirurgo Specialista in Oculistica sur Mercredi 6 mars 2019

Una vita ricca in musica e professionalità: i riconoscimenti

Tre onorificenze prestigiose a Monte Carlo: Laurea Honoris Causa in Filologia e Storia della Musica e dei Mezzi di…

Publiée par Dott. Prof. Vincenzo Pagliara Medico Chirurgo Specialista in Oculistica sur Dimanche 17 février 2019

Programmi per il futuro di Ama et Ama

L’associazione Ama et ama non si ferma al bello e al bene ma coltiva anche il buon umore. Non mancano mai, infatti, serate canore di puro divertimento. Screening di prevenzione, manifestazioni artistiche e tanto altro per un impegno sociale di 360°, spesso in rete con altre associazioni.
Per un contatto diretto con l’associazione, scrivere ad amaetama@libero.it oppure iscriversi al gruppo ufficiale facebook Associazione Medici Artisti  A.M.A.Per conoscere i dettagli di tutti gli eventi organizzati dal presidente Pagliara, si consiglia di seguire anche la pagina facebook Dott. Prof. Vincenzo Pagliara Medico Chirurgo Specialista in Oculistica.

Jeremiah De Saint-Amour

Autore: Jeremiah De Saint-Amour

La comunicazione è una delle mie più grandi passioni e il giornalismo rimane, per ora, nient’altro che questo.
Amo le collaborazioni e le contaminazioni tra generi differenti di scrittura, di mezzi di comunicazione e di idee. Se hai qualche proposta, contattami pure!
Scrivere, per quelli come me, è inevitabile come l’amore.

«Jeremiah de Saint-Amour amava la vita con una passione senza senso, amava il mare e l’amore, amava il suo cane e lei, e a mano a mano che il giorno si era avvicinato aveva ceduto alla disperazione, come se la sua morte non fosse stata una decisione sua ma un destino inesorabile.
(…) Era inevitabile: l’odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati».

Ama et ama: l’arte si fa medicina tradizionale ultima modifica: 2019-03-13T12:17:39+02:00 da Jeremiah De Saint-Amour

Commenti

To Top