CONOSCERE SALERNO

Il Barocco a Salerno: la Chiesa di San Giorgio

Chiesa di San Giorgio

Negli ultimi anni il turismo a Salerno è aumentato esponenzialmente. La sua posizione strategica fa si che i turisti la scelgano come base per i loro spostamenti.
La Costiera Amalfitana, il Cilento, Paestum, Pompei sono solo alcuni dei luoghi di interesse facilmente raggiungibili da Salerno. In più, nel periodo invernale, le Luci d’Artista catalizzano l’attenzione nella città stessa.
Salerno però è anche una città da un patrimonio storico-culturale ricchissimo, e spesso questo viene sottovalutato. Un esempio perfetto è costituito dalla Chiesa di San Giorgio.

 

Affreschi Solimena

Affreschi Solimena

 

La storia

La Chiesa di San Giorgio è una delle chiese più belle della città, e sorge a un passo dal Duomo, nel pieno Centro Storico. Costruita nel IX secolo, è sempre stata parte di un convento per suore benedettine. Nel 1866 il convento chiuse definitivamente, e l’unica a sopravvivere fu la Chiesa, assegnata alla municipalità che la adibì a punto d’appoggio per l’esercito.
Ancora oggi la Chiesa di San Giorgio ospita la Guardia di Finanza nell’ala settentrionale e il Corpo dei Carabinieri nell’ala meridionale. Nel corso della sua storia la Chiesa ha subito tantissime modifiche, diventando oggi un magnifico esempio di architettura barocca.
La modifica più importante nel 1560, quando il suo ingresso fu spostato da un vicolo ormai scomparso alla più visibile e suggestiva Via Duomo.

Chiesa di San Giorgio

L’arte

La Chiesa di San Giorgio è decorata con affreschi e arredamenti in legno rivestiti d’oro, tipico dell’epoca barocca. Ciò che la rende più importante, oltre al suo stile unito rispetto agli altri complessi cittadini, sono i pregevoli dipinti che si possono ammirare.
Sono presenti le scene dei miracoli di San Benedetto, affrescate da Angelo Solimena nel 1675 insieme alla Deposizione dipinta sul soffitto del coro. A Francesco Solimena, ben più famoso del padre Angelo, si devono i dipinti dei martirii delle sante Tecla, Susanna e Archelaa.
Tanti altri dipinti di pregevole fattura sono presenti all’interno della Chiesa, su tutti La Vergine con il Bambino di Andrea Sabatini. È possibile ammirare, inoltre, i resti archeologici ritrovati al di sotto della Chiesa. La Chiesa di San Giorgio dunque è una tappa fondamentale a Salerno, essendo portatrice di una storia secolare e casa di importantissime testimonianze artistiche.

 

 

Marco Fummo

Autore: Marco Fummo

Nato a Salerno nella primavera del 1991, dopo un’infanzia spensierata si appassiona irrimediabilmente al mondo della letteratura e della scrittura, del cinema, delle serie TV e dello sport. Diplomato al Liceo Classico De Sanctis, laureato in Editoria e Pubblicistica all’Università di Salerno e laureando in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni all’Università di Urbino, ha scritto per svariati giornali online occupandosi principalmente di cinema, serie TV e sport.
Ha nel Giffoni Film Festival una sua seconda casa, dove è stato giurato per circa 10 anni e nell’ultima edizione ha fatto parte dello staff.

Il Barocco a Salerno: la Chiesa di San Giorgio ultima modifica: 2017-09-07T07:23:44+00:00 da Marco Fummo

Commenti

To Top