CUCINA TRADIZIONALE

La Fragolina di bosco di Petina: tra festa, gelato e fragolino!!

Fragoline Di Bosco

Alla 49^ edizione la tradizionale sagra della fragolina di bosco di Petina. Più che una sagra, una vera e propria festa della fragolina! Il profumo della primavera che si incontra con l’estate dà vita a balli, ricostruzioni storiche e percorsi gastronomici in perfetto stile Cilentano.

Fragoline Di Bosco

Fragoline Di Bosco

Nel sottobosco soleggiato tra i faggi e gli abeti del monte Pietralata nei monti Alburni, trova habitat ideale la fragolina di bosco. Il nome Fragaria Vesca ne richiama la fragranza tipica e la morbidezza. La differenza con la fragola delle nostre coltivazioni è proprio che il falso frutto rosso è piccolo e morbido. Ricca di vit. C, iodio, ferro, calcio e fosforo. La fragolina di bosco ha proprietà diuretiche e come erba medica è utilizzata per alleviare fastidi sia gastrointestinali che al cavo orale. Diventata il simbolo di Petina e la cittadina ne fa un vanto e la celebra come si deve. Da quasi cinquant’anni. La fragolina di bosco fa parte integrante della storia di Petina.

gelato alle fragoline di bosco di Petina

gelato alle fragoline di bosco di Petina

La Festa della Fragolina di Bosco: Tradizioni dal secolo scorso

Il prossimo fine settimana, Sabato 16 e domenica 17, Petina è in festa. Animazione, danze popolari e prodotti tipici del territorio per la Festa della Fragolina di bosco. Ma anche trekking e attività all’aperto per chi volesse godere dell’aria e della natura all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Immersi in una valle a due passi dal Tanagro, area naturale protetta e patrimonio dell’umanità UNESCO. Qui, dove la fragolina nasce spontanea da sempre. Sin dagli anni ’50, nel periodo di maturazione, era tradizione delle famiglie del posto scalare le montagne all’alba per raccogliere i preziosi frutti. Qui, dove il sole di giorno e le basse temperature notturne tipiche delle alture rendono le fragoline più zuccherine, per un gusto unico e un sapore tipico.

fragolino

fragolino

Eccellenza dal territorio

Di recente, ennesimo riconoscimento per il prodotto cilentano. Il gelato Premio di Qualità all’ ”Ice To Meet You” di Maggio è salernitano. Prodotto artigianale della gelateria Le Sirene, presentato a Lungomare per la kermesse più dolce. Ma il gusto vincitore è proprio quello estratto dalla fragolina locale. La fragolina di bosco di Petina, lavorata dalle sapienti mani del maestro gelatiere Raffaele Lepore. Alle pendici dei monti Alburni, nasce anche un’azienda di fragolino a conduzione familiare. Come un elisir d’amore, racchiuso in un’ampolla di vetro, il fragolino sprigiona tutto l’odore e la dolcezza del frutto all’assaggio. Un progetto portato avanti con forza e volonta’ con l’unico intento di valorizzare il nostro territorio. Linea di gestione e produzione nel rispetto delle tradizioni e del prodotto da agricoltura biologica.

Il fragolino fa parte dei prodotti PAT, i Prodotti Agroalimentari Tradizionali. Liquore dolce e moderatamente alcolico, aroma particolarmente delicato, colore rosso intenso. Le fragoline rimangono in superficie galeggiando sul liquore. Vediamo come prepararlo in casa, seguendo la ricetta tradizionale cilentana.

 

Ingredienti

700 gr di fragole

1lt di acqua

700 gr di zucchero

1 corteccia di vaniglia frantumata

1/2 lt di alcool a 90°

Pulire e lavare accuratamente le fragoline.

Ponetele in un contenitore di vetro a chiusura ermetica con l’alcool, l’acqua, lo zucchero e un pizzico di vaniglia. Lasciate il tutto in infusione per 40 giorni, girando il contenitore periodicamente. Filtrate il tutto in una bottiglia, aggiungendo una parte delle fragole Chiudete bene la bottiglia e lasciatela in luogo fresco e buio almeno per 6-7 mesi prima di servire.

Godetevi il fine pasto, per brindare in compagnia, per accompagnare il dessert o sul gelato.

Erika V Mogavero

Autore: Erika V Mogavero

A 6 anni scrive il suo primo romanzo (nel cassetto). Cresce seguendo diverse passioni, tra cui la lettura, la scrittura, il teatro, soprattutto la natura e la psicologia, che la portano, nel 2011, a diventare operatrice di comunita’ e attivista in diverse associazioni animaliste del territorio. Nello stesso periodo, entra a far parte della redazione di ”Kaos”, ma siccome col volontariato non si mangia, si dedica sempre di più alla cucina, lavorando nei locali della movida salernitana. Vegetariana da 16 anni. Vegana da 7. Tutto questo confluisce finalmente nel 2015 in ”Veg And The City”, il suo progetto attuale.

La Fragolina di bosco di Petina: tra festa, gelato e fragolino!! ultima modifica: 2018-06-11T13:08:02+00:00 da Erika V Mogavero

Commenti

To Top