INTERVISTE

Delirium Tremens, il nuovo romanzo di Luigi Elia

Delirium Tremens, romanzo

Delirium Tremens è l’ultimo dei romanzi scritti da Luigi Elia. Classe 1983, Luigi Elia vive in un piccolo paese del Cilento. All’attivo diversi romanzi. Il primo lavoro letterario, dal titolo ‘Venti minuti’ è del 2007. Da allora segue un modello letterario che, per certi aspetti richiama il genere giallo. Tuttavia, come lui stesso sostiene, ha volutamente apportato dei mutamenti. Rende così, secondo la sua tecnica costruttiva, un genere contaminato e di conseguenza nuovo.

D – Avendo avuto modo di conoscere Luigi Elia, già autore di diversi romanzi negli anni passati, non ti chiedo ‘chi è Luigi Elia’ bensì: come è cresciuto Luigi Elia nelle vesti di autore?

R – La maturazione è dei pensieri. Ovviamente da un primo libro scritto di getto, d’istinto, al libro attuale, c’è una maggiore consapevolezza e profondità. Sicuramente la padronanza del linguaggio è migliorata e, essendo cresciuto, almeno anagraficamente anche io, interiorizzo le cose in modo differente. Posso dire questo, ma non riuscirei a valutarmi oltre.

D – Nella premessa di quest’ultimo romanzo si legge: ‘La sesta opera di Luigi Elia può considerarsi l’opera della completezza’. Cosa significa per Luigi come persone? E come autore?

R – Per ambo due le cose, è una scommessa con me stesso, spero vinta. Mi è sempre piaciuta la poesia, ma non mi sono mai riconosciuto la sensibilità giusta per scriverla. In questo libro ho provato ed è stato oltre ad un bellissimo viaggio interiore una piccola soddisfazione.

Delirium Tremens Di Luigi Elia

D – Definisci i tuoi romanzi appartenenti al genere ‘Giallo sporco’. Quali le tue contaminazioni sul noto genere? E quali le motivazioni che ti hanno spinto a dar vita ad un genere se non nuovo rivoluzionato?

R –Sicuramente l’hard boiled ha contaminato molto il mio modo di scrivere, certo è roba degli anni venti e trenta. Attuali: Bukowski Dostoevskij Rimbaud Baudelaire, Poe, Tolstoj, Kafka, Marquez, insomma mi piace il cinismo e la cattiveria delle maledizioni o dei sognatori sconfitti, hanno un amore purissimo nonostante tutto. Musicalmente il Blues ed il Grunge descrivono a pieno il mio animo.

D – Avendo giocato nelle precedenti domande sul ‘come persona’ e ‘come autore’: sono passati tanti anni dal 2007, quando avviene l’esordio letterario con ‘Venti Minuti’. Ad oggi, raggiunta ‘la completezza’ ti senti ‘autore’ o ‘Luigi un ragazzo che scrive’?

R – Penso che non mi sentirò mai autore o peggio ancora scrittore. Io sono una persona che ha una passione, una malattia, ecco, se proprio dovessi avere un’etichetta preferirei queste.

Elia Luigi, copertina del romanzo

D – Senza svelare la trama: qual è il contesto in cui si muovono i personaggi di ‘Delirium Tremens’?

R – Una Roma alle prese con l’attualità, con le paure, i disagi, i malumori, i mormorii che determinate situazioni oggi creano. Ovviamente è anche una lotta interiore, ogni personaggio combatte le due lotte eterne: inseguire i sogni o arrendersi alla realtà ed essere o apparire.

D – Domanda inevitabile: perché leggere ‘Delirium Tremens’?

R – Sono molto egoista sulla scrittura, nel senso che scrivo per me, quindi non saprei dire perché scegliere il mio libro. Non mi va nemmeno di inventare motivazioni che poi risulterebbero patetiche e scontate. Quindi non so perché, ma posso assicurarvi che non lo troverete pessimo.

Giuseppe Conte

Autore: Giuseppe Conte

Sono io quando scrivo e a volte lo faccio in rima! Amo la mia famiglia, gli amici veri, i libri e la mia terra. Adoro riscoprire le piccole storie, e cerco di rendere vitali – almeno ‘nero su bianco’ – tradizioni antiche o talvolta completamente perdute. Mi piace cucinare e spesso delle mie ricette ne faccio un articolo. Se volete contattarmi: giuseppe2021@yahoo.it
Delirium Tremens, il nuovo romanzo di Luigi Elia ultima modifica: 2019-10-21T09:00:51+02:00 da Giuseppe Conte

Commenti

To Top