INTERVISTE

Il Guiscardo: gioco e passione a Salerno

Dadi da gioco firmati Guiscardo

Se siete stati tra i tantissimi partecipanti del FantaExpo non potrete non conoscere il Guiscardo, associazione salernitana di giochi da tavolo e di ruolo. Se così non fosse, è il caso di rimediare, per scoprire un nuovo mondo nell’universo nerd, o semplicemente per passare una domenica divertendosi tra ragazzi simpatici ed entusiasti. Perché il Guiscardo è questo: gioco e passione. Ma facciamocelo raccontare meglio da Francesco Barletta, uno dei soci fondatori di questa realtà ludica del nostro territorio.

Come nasce il Guiscardo e perché ha questo nome?

La nostra associazione nasce nel 2003 come club ufficiale di RisiKo!: con l’evolversi del gioco da tavolo e del tessuto sociale intorno abbiamo deciso di aprirci ai giochi da tavolo e di carte non collezionabili, ma anche giochi di ruolo e miniature. Il nostro nome deriva da Roberto il Guiscardo, nobile condottiero salernitano del XI secolo, fine stratega, scelto in onore della sua sagacia e astuzia, ma anche per dare un senso di territorialità alla nostra associazione. Al momento siamo più di settanta soci, tra i più giovani di sedici anni ai soci senior di circa cinquanta. Ci riuniamo il mercoledì e la domenica presso la “Casa dei Creativi” di Pastena, ex-scuola data dal Comune di Salerno, nell’ambito dell’omonimo progetto, ad alcune associazioni non a scopo di lucro. Siamo attualmente otto associazioni, tra cui il coro nazionale “Armònia” e l’associazione di teatro “Teatrazione”.

Qual è il vostro obiettivo?

Il nostro obiettivo è promulgare il gioco intelligente, far conoscere un mondo ancora molto nell’ombra: vogliamo far capire al grande pubblico che c’è molto di più oltre i classici Monopoli e RisiKo!. C’è un gioco adatto ad ogni persona e ad ogni età. Diffondiamo questo verbo nella nostra sede, in locali pubblici e alle fiere. Per questo, a breve lanceremo un canale di streaming su Twitch, “Guiscardo Live”, per mostrare giochi ed affrontare tematiche riguardo la cultura nerd. Organizziamo inoltre tornei in ambito associativo e nei circuiti regionali e nazionali. Abbiamo esperienza nelle più importanti fiere d’Italia, come il Lucca Comics & Games e il Modena Play. I nostri soci partecipano per provare nuovi titoli da riproporre poi sul nostro territorio. Come organizzatori di area siamo attivi nel centro-sud, tra Campania, Basilicata e Puglia. Siamo stati presenti al Cavacon, al Napoli Comicon e, naturalmente, al FantaExpo di Salerno.

Tavoli affollati per provare i giochi del Guiscardo

Com’è stata l’esperienza del Guiscardo al FantaExpo 2019?

Partecipiamo al FantaExpo dalla prima edizione. È una fiera in grande crescita, sia nei numeri che nella mentalità delle persone, sempre più preparate alle attività che vi si svolgono. I partecipanti alla fiera sanno che ci siamo, ci cercano e ci contattano prima per avere anticipazioni sulle nostre novità. Ma ci sono sempre anche tante facce nuove, entusiaste di scoprire il mondo dei giochi da tavolo. Noi orientiamo i visitatori nella scelta di un gioco che potrebbe piacer loro, poi uno di noi spiega le regole e li guida nell’esperienza continuativa tra i diversi giochi. Quest’anno abbiamo avuto un’affluenza enorme: abbiamo portato più di 100 giochi e fatto giocare circa 1600 persone. Abbiamo poi organizzato dei tornei di giochi popolari come Azul, Carcassone, Ticket to Ride e Bang!. Abbiamo dovuto organizzare turni e prenotazioni: non c’è stato mai un tavolo vuoto!

Davide Proto

Autore: Davide Proto

Davide Proto, nato a Salerno nel 2000, si è diplomato al Liceo Classico Torquato Tasso, dove ha diretto il giornalino d’istituto “Kaos”. Attualmente studia Lettere Classiche presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna. Tra un pisolino e l’altro legge e scribacchia un po’ di tutto: ha partecipato a diversi concorsi letterari e pubblicato un libriccino di poesie.
Il Guiscardo: gioco e passione a Salerno ultima modifica: 2019-10-15T09:00:40+02:00 da Davide Proto

Commenti

To Top