CUCINA TRADIZIONALE

Il Pasticciotto atranese. Crema e amarena e magnate un’emozione

Specialita Gastronomiche Di Atrani Il Sarchiapone 4675

Chi pensa che questo matrimonio non sia un’unione perfetta, parli ora o taccia per sempre. Il Pasticciotto rappresenta il fondersi di emozioni e sensazioni della crema con le amarene in una custodia fragrante di pasta sfoglia. Da amare sin dal primo morso. Atrani ha in questo dolce tipico uno dei suoi cavalli di battaglia.

Il pasticciotto

Il pasticciotto della Costiera

Dov’è nato il Pasticciotto?

Anche se il pasticciotto è diffuso anche nel Vallo di Diano, in memoria delle antiche origini lucane. Nonché dolce tipico del Salento. Le prime testimonianze del 1570 le troviamo nel ricettario di Bartolomeo Scappi, della confraternita dei cuochi e dei pasticceri di Roma. Tramandato nella sua ricetta originale negli ambienti religiosi.

Pasticciotto in produzione

Pasticciotto in produzione

La bontà in un morso.

Oggi in Costiera possiamo trovare diverse versioni del pasticciotto. Al classico pasticciotto con crema pasticcera e marmellata di amarene, si affiancano il pasticciotto profumato all’arancia, quello con crema al cioccolato e il pasticciotto nero di pasta frolla al cacao con crema al cioccolato o crema pasticcera e pezzetti di cioccolato.In versione torta o monoporzione da mangiare in un boccone. Nelle tipiche formine ovaliCome tutte le cose più buone, questo dolce nasce da ingredienti semplici e da un errore in cucina. Pare che avendo finito la crema, il cuoco avesse aggiunto la marmellata al ripieno e il riscontro fu eccezionale.

I Pasticciotti Atranesi

I Pasticciotti Atranesi

La Ricetta per riproporlo a casa.

Per la pasta frolla:

600 g di farina

100g di zucchero

100 g di burro

6 cucchiai di latte

1 bustine di lievito

2 uova

una bustina di vanillina

buccia di limone grattuggiata

Per la crema pasticcera:

500 ml di latte

120 g di farina

300 g di zucchero

3 tuorli d’uovo

buccia di limone grattuggiata

Impastare tutti gli ingredienti della pasta frolla e dividerla in due parti disuguali, stendere la più grande col mattarello e disporre la sfoglia ottenuta in una teglia dai bordi alti, imburrata e infarinata. Versarvi la crema e cospargere di amarene sciroppate. Ricoprire con la pasta restante ed infornare a 170° per 35 minuti. Lasciar raffreddare e ricoprire di zucchero a velo.
Erika V Mogavero

Autore: Erika V Mogavero

A 6 anni scrive il suo primo romanzo (nel cassetto). Cresce seguendo diverse passioni, tra cui la lettura, la scrittura, il teatro, soprattutto la natura e la psicologia, che la portano, nel 2011, a diventare operatrice di comunita’ e attivista in diverse associazioni animaliste del territorio. Nello stesso periodo, entra a far parte della redazione di ”Kaos”, ma siccome col volontariato non si mangia, si dedica sempre di più alla cucina, lavorando nei locali della movida salernitana. Vegetariana da 16 anni. Vegana da 7. Tutto questo confluisce finalmente nel 2015 in ”Veg And The City”, il suo progetto attuale.

Il Pasticciotto atranese. Crema e amarena e magnate un’emozione ultima modifica: 2018-08-21T08:31:04+00:00 da Erika V Mogavero

Commenti

To Top