ARTE & CULTURA

“L’amore ai tempi dei barconi”: il cortometraggio dei ragazzi di Cetara

L'amore ai tempi dei barconi

Uno dei problemi più grandi del mondo d’oggi è la paura del diverso. La maggior parte delle volte è immotivata, retaggio di una cattiva comunicazione, di storie mal raccontate. La soluzione più semplice ai problemi talvolta è incolpare ciò che non si conosce. Ovviamente ci sono le dovute eccezioni, e spesso sono rappresentate dai bambini. A Cetara alcuni ragazzi di una scuola media hanno realizzato un cortometraggio su questo tema, ricevendo applausi e consensi.

L’amore ai tempi dei barconi

Il cortometraggio

Sono giovani, ma il messaggio che lanciano è uno di quelli che fa riflettere. Per il progetto “School Movie” i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado “A.Pinto” di Cetara hanno presentato il corto “L’amore ai tempi dei barconi”. Il cortometraggio racconta la storia di Kledi, un giovane ragazzo albanese che non vive una situazione familiare facile. Kledi e il padre vivono in un’automobile, il padre è disoccupato e sfrutta Kledi utilizzando i soldi guadagnati dal ragazzo per comprarsi le sigarette. Questa situazione condiziona l’adolescenza di Kledi, che prova disagio e inadeguatezza nel frequentare ragazzi della sua età e nel dichiararsi alla ragazza che gli piace. Sarà proprio la ragazza poi che aiuterà Kledi, raccontando tutto alla madre che chiamerà in seguito i servizi sociali. Un sentimento che va al di là delle differenze etniche ed economiche. Una città, Cetara, che ha adottato uno straniero, trattandolo come un figlio.

L’amore ai tempi dei barconi

Il messaggio

“School Movie” è un progetto rivolto alle scuole primarie e secondarie. Un concorso di cortometraggi con temi socialmente sentiti, come quelli della legalità e dell’amicizia. E anche il tema dell’integrazione, come abbiamo potuto vedere. L’immigrato appartiene a due mondi, quello da dove proviene e quello in cui arriva, ma spesso non si sente appartenente a nessuno dei due. Favorire l’integrazione è importante, per far sentire a casa coloro che una casa non ce l’hanno. E i ragazzi della scuola “A.Pinto” di Cetara lo hanno capito perfettamente, lanciando silenziosamente il loro benvenuto al mondo. Quando i bambini riescono a essere un esempio per tutti, anche per gli adulti, non si può fare a meno di esser fieri di loro.

Marco Fummo

Autore: Marco Fummo

Nato a Salerno nella primavera del 1991, dopo un’infanzia spensierata si appassiona irrimediabilmente al mondo della letteratura e della scrittura, del cinema, delle serie TV e dello sport. Diplomato al Liceo Classico De Sanctis, laureato in Editoria e Pubblicistica all’Università di Salerno e laureando in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni all’Università di Urbino, ha scritto per svariati giornali online occupandosi principalmente di cinema, serie TV e sport.
Ha nel Giffoni Film Festival una sua seconda casa, dove è stato giurato per circa 10 anni e nell’ultima edizione ha fatto parte dello staff.

“L’amore ai tempi dei barconi”: il cortometraggio dei ragazzi di Cetara ultima modifica: 2017-11-01T08:56:12+00:00 da Marco Fummo

Commenti

To Top