Noi Salernitani

Bizzarri Salernitani – Vol. II

Bizzarri Salernitani - Vol II

La leggenda del “ci conosciamo tutti”

Alla fine, come la giri e come la volti, sembra che noi salernitani ci conosciamo tutti quanti. Ed infondo è così! Di vista molti di noi si conoscono, e abbiamo capito che qui non ci vuole molto. Tra le scuole elementari, le medie, il liceo, gli amici giù al parco, figli di amici di famiglia, amici di amici, calcetto, palestra alla fine siamo un’unica grande famiglia.
Ma puntualmente la leggenda cade quando all’improvviso conosciamo qualcuno che… abita dietro casa nostra e non abbiamo mai visto prima! Ma com’è possibile?
E allora le nostre menti elaborano una serie di informazioni che vanno a confutare la tesi del “ci conosciamo tutti”. I nostri occhi si sgranano e iniziamo a guardarci intorno alla ricerca di tutto ciò che ancora non abbiamo idea che esista! Diventa un duro colpo! Iniziamo a calcolare gli orari, le abitudini e i luoghi frequentati per capire per quale motivo qualcuno ancora sia sfuggito alla nostra lista di conoscenze!

 

Coste salernitane

Coste salernitane

 

Vacanze estive: Erchie, Cetara, Ascea, Palinuro e poi… “vieni a ballare in Puglia”!

E poi, fortunatamente abbiamo l’onore di avere le due coste più belle del mondo. Ogni estate da quelle più vicine alle più lontane rimanendo comunque in zona, sicuri e confortati dal fatto che abbiamo il paradiso a pochi passi da casa.
Eppure ci fu un’ondata di annate in cui i salernitani si incontrano tutti a Gallipoli… ma assurdo, c’erano proprio tutti! L’idea era forse quella di uscire da casa, vedere nuovi posti e soprattutto, udite e udite, conoscere qualcuno di nuovo? Bene. Niente di fatto! A Gallipoli ormai incontrerete solo salernitani in estate e quindi vi sentirete esattamente come a casa!
Per cui potete smontare il mito dell’andare in vacanza convinti di poter fare quello che volete, come, cerchiamo di essere sinceri, bere litri di alcolici fino a non riconoscere più le vostre stesse scarpe.
No, la vostra dignità che andrà a pezzi in vacanza molto probabilmente verrà ricordata anche ritornando a casa! Comunque il luogo del raduno non è solo la Puglia: mi sento in dovere di informarvi che ci sta un’ispirazione comune che vi condurrà tutti alla stessa località di vacanze. Insomma… salernitani perseguitati dai salernitani.

 

Sagre nel salernitano

Sagre nel salernitano

 

Salerno la città delle sagre

Non c’è rischio di annoiarsi a Salerno! E soprattutto non c’è rischio di morire di fame! Ogni giorno d’estate c’è una sagra. Si comincia da fine maggio per addentrarsi fino alla metà di ottobre. Noi salernitani approfittiamo delle sagre sia per creare dei momenti di divertimento, sia per omaggiare quelli che sono i prodotti della nostra terra. Siamo molto legati alle tradizioni e come possiamo ne esaltiamo tutti gli aspetti. La sagra nel salernitano è un momento di ricongiungimento con la nostra terra, i nostri avi, oppure tutto ciò che affascina l’immaginario folkloristico agganciandoci alle feste religiose.
Molti invece in un primo momento pensando alla sagra scrollano le spalle e credono che sia “sempre la stessa storia” …invece poi il divertimento è assicurato, e garantisco: una tira l’altra! Nel momento in cui si entra nel vortice delle sagre non si perde più l’occasione di partecipare! Al punto che infatti anche la fredda stagione dell’inverno tra le festività e l’attesa di queste stesse, è possibile ritrovarsi improvvisamente travolti da danze,cibi e vino.

 

Falò alla Baia

Falò alla Baia

 

La baia e i falò

Fra le nostre abitudini c’è senza dubbio il falò alla baia. È bene che si sappia che molti di noi non smettono mai di vedere la baia come un luogo di incontro, neppure in inverno. Dite la verità… quanti hanno organizzato il falò di fine anno proprio al mare? Il freddo, l’umidità e le intemperie non hanno arrestato molti di noi a fare un saluto a quel posto che ci ha dato tante emozioni, e in verità, tanti momenti rimossi dall’eccesso di birre!
Comunque accendere un falò sulla spiaggia è un momento sacro per i salernitani. Musica, birrette, chiacchiere, leggerezze, storie d’amore che spuntano da dietro gli scogli! È importante per noi salutare quella spiaggia, se non nel mese di dicembre, quantomeno all’inizio della stagione estiva e al suo termine. Per non parlare poi di tutte le volte che siamo tornati a casa con quei piedi nerissimi di carbone che per liberarci dal colorito insolito ci vuole un’eternità!

 

Buonanotte Salerno

Buonanotte Salerno

 

Il Laboratorio a Fuorni: appuntamento lì per tutti, cornetto della buonanotte

La maggior parte dei cittadini non rinuncia alla colazione nottura. Quando terminano le sfrenate serate è sempre confortevole pensare al cornetto conclusivo della serata. Se fra i punti di ritrovo più comuni all’alba abbiamo caffè&caffè ed H24, fra i luoghi più frequentati c’è il Laboratorio nella zona di Fuorni.
Siamo tutti lì, dopo una serata intera, a incontrarci nuovamente e darci la buona notte all’alba. Un appuntamento che ormai sappiamo essere inevitabile. Un saluto comunitario che ci suggerisce “anche questa notte siamo sopravvissuti”. E fra una risata, uno sbadiglio e l’ennesimo volto visto e rivisto, ci mangiamo l’intero laboratorio!

Alla fine… se in molti di noi hanno le stesse abitudini, come vogliamo non conoscerci tutti? E se avete abitudini diverse perché non le condividete con noi così che possiamo rimediare e incontrare persone che non conosciamo?

Francesca D'Elia

Autore: Francesca D’Elia

Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture. Sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori.
Segno zodiacale: Bilancia

Bizzarri Salernitani – Vol. II ultima modifica: 2018-02-02T10:21:55+00:00 da Francesca D'Elia

Commenti

To Top