ARTE & CULTURA

La Chiesa della Sacra Famiglia: la modernità e la tradizione

5209068832 A092b2b07c B

La Chiesa della Sacra Famiglia di Fratte: tra sacralità e modernità

Se al centro di Salerno troneggia il Duomo, chiesa di antica religiosità, a Fratte entra in scena la modernità. Esempio lampante dell’architettura recente, la chiesa della Sacra Famiglia è una tappa dovuta. Difatti, indipendentemente dagli orientamenti religiosi, è indispensabile osservarne le particolarità.

Portatrice del lavoro dell’architetto Paolo Portoghesi, la chiesa è realizzata interamente in cemento armato ma non fa perdere il contatto con la fede che, anzi, trasuda attraverso le mura. Con le sue alte mura grigie sembra volersi ricongiungere al cielo, compiacendo chi guarda dall’alto e chi la frequenta. 

Le geometrie utilizzate in un contesto storico estremamente particolare, a ridosso del Concilio Vaticano II si sposano armoniosamente. È così, infatti, che si creano le cupole e gli anfratti della chiesa. In un gioco continuo di  ovali, si genera la cupola ed emerge il ‘tre in uno’.  Portoghesi ha quindi compiuto un ruolo non facile. L’architetto ha saputo fondere l’arte moderna, forse a prima vista fredda o spoglia, con la sacralità e profonda fedeltà di un luogo di culto. Il risultato affascina e lascia senza fiato.

Chiesa Sacra Famiglia Portoghesi

Fratte centro demografico che ha ottenuto la sua chiesa

Il convergere in un unico flusso la modernità e la tradizione è stato anche una risposta alle esigenze della storia e della società. Crescendo a ritmi moderati ma continui, la popolazione di Fratte era desiderosa di un luogo colmo di sacralità e tranquillità. Questa esigenza è stata appagata nel 1974, anni dell’innaugurazione. All’interno della chiesa della Sacra Famiglia, i fedeli hanno potuto trovale un luogo di profonda connessione, tra loro e il culto. Perdendosi nella concentricità dei cerchi perfetti e densi di significato, si può ammirare tutta la bravura dell’architetto, ritrovando se stessi nell’architettura moderna che strizza l’occhio al passato.

La chiesa della Sacra Famiglia diventa così un luogo di pace e di riflessione, non solo per i fedeli, ma per tutti coloro che sanno ammirare l’arte.

Elena Morrone

Autore: Elena Morrone

Elena Morrone, nata nel 1995 a Salerno, ha frequentato il Liceo Classico di Salerno Torquato Tasso, dove ha diretto il giornalino scolastico Kaos. Dopo essersi diplomata si è iscritta all’Università di Salerno alla facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Ha collaborato con numerosi giornali online, occupandosi di vari settori, dal cinema alla politica.
Il suo hobby preferito, vedere film e serie tv, si è trasposto anche nella partecipazione per sei anni consecutivi al Giffoni Film Festival come giurata. Si interessa molto di cultura orientale, praticando anche yoga e leggendo libri a riguardo.

La Chiesa della Sacra Famiglia: la modernità e la tradizione ultima modifica: 2018-04-07T13:03:54+00:00 da Elena Morrone

Commenti

To Top