CONOSCERE SALERNO

Mare e spiagge da non perdere nel golfo di Salerno

Mare e tramonto a Salerno

Per quest’anno non cambiare stessa spiaggia stesso mare“. Così recita una canzone degli anni sessanta. I salernitani sono un popolo di viaggiatori, sempre alla ricerca di novità e di limpidi mari in cui sguazzare. A proposito di mare, nel periodo estivo il salernitano ha l’abitudine di emigrare verso mete lontane per le vacanze. Anche quest’anno le destinazioni marine più scelte sono state le spiagge calabresi, sarde e pugliesi. Nonostante questo, ogni salernitano non può non recarsi nelle caraibiche località di mare che la Provincia di Salerno offre. Ogni salernitano porta sempre nel cuore il mare del proprio golfo.

Il mare di Erchie: lo Sgarrupo

La Costa d’Amalfi è una delle costiere più famose e decantate al mondo, dove il sole è sempre caldo, il mare è cristallino e l’aria profuma di limoni. La Costiera Amalfitana in estate è presa d’assalto da folle di turisti e salernitani, ma riesce comunque a regalare luoghi lontani dal caos, piccoli paradisi nascosti agli occhi comuni. Uno di questi è la spiaggia dello Sgarrupo, nel comune di Maiori, poco prima del borgo marinaro di Erchie. “Sgarrupo” significa “dirupo” in dialetto . Infatti, ufficialmente questa spiaggia è raggiungibile solo via mare, ma molti si avventurano lungo lo scosceso dirupo al quale si accede da una piazzola della Statale Amalfitana. Il percorso è abbastanza pericoloso e servono scarpe adatte e buona abilità fisica. Conviene anche indossare il casco del motorino durante la discesa. Lo Sgarrupo è una scoperta sorprendente: acqua limpida, zone d’ombra sotto le rocce e un fresco vento di mare.

Le spiagge nascoste della Costiera Amalfitana
Il mare dello Sgarrupo nella Costa d’Amalfi

Il mare di Trentova ad Agropoli

Immersa nella natura e bagnata da acque chiare, la baia di Trentova suscita alla vista emozioni indescrivibili. Questa baia alle spalle di Agropoli è circondata da colline che si specchiano vanitose nel mare che, a sua volta, fa brillare le scogliere con giochi di luce riflessa. Trentova è situata alle porte del Parco Nazionale del Cilento, offre una sabbia fine e una spiaggia riparata dal mare aperto, con acque che variano dal ceruleo al verde. Il nome deriverebbe da una leggenda secondo cui furono trovate trenta uova di gabbiano o di tartaruga marina in una delle grotte sotto l’omonimo scoglio. Si consigliano rilassanti nuotate a largo dello scoglio ed un’arrampicata sulla sua punta più alta, dalla quale si ascoltano le brezze marine e si ammira un panorama mozzafiato. Infatti, la baia costituisce un affaccio su gran parte del golfo di Salerno, da Punta Tresino fino all’isola di Capri.

Agropoli e la Baia di Trentova
Il mare della baia di Trentova ad Agropoli

Le spiagge di Castellabate

Castellabate è uno dei borghi più belli d’Italia. Un dedalo di palazzi, torri e castelli antichi incastonato su una panoramica altura del Cilento sorgente dal mare. Questo borgo è l’ultimo comune a sud del golfo di Salerno, il quale termina con Punta Licosa e con l’omonima isola dove riposa una delle sirene di Ulisse. Il territorio comunale è formato da frazioni sulla costa come Ogliastro Marina, San Marco di Castellabate e Santa Maria di Castellabate.

Le spiagge e il mare di Castellabate
Il mare e la lunga spiaggia del Pozzillo a Santa Maria di Castellabate

Ogni goccia del mare di Castellabate è un brillante diamante liquido. Ogni scorcio e ogni spiaggia evoca sfumature di bellezza, storia e mitologia. Il calore del sole è inferiore solo al calore dell’animo degli abitanti di questo paese. Proprio per queste peculiarità, il comune di Castellabate è stato set di un famoso film del 2010 “Benvenuti al Sud“, in cui il paese è diventato manifesto dell’identità, della cultura e del territorio di tutto il Meridione.

La magia del Pozzilo

Tra le spiagge più belle, vi è lo splendido tratto di costa che unisce Santa Maria a San Marco denominato Pozzillo.

I tramonti salernitani
Il Pozzillo e il tramonto sul mare del golfo di Salerno

Il mare più vicino la spiaggia è color smeraldo, mentre proseguendo verso l’orizzonte il blu dell’acqua si mescola col cielo. I fondali marini sono bassi e sono ricchi di flora e fauna, la sabbia è morbida e la spiaggia è ampia, adatta per lunghe passeggiate. Il borgo di Castellabate domina e sorveglia attento questa spiaggia, circondata dal paesaggio tipico della macchia mediterranea. La magia di questo luogo si rivela al tramonto, dove il sole cala sul mare di Salerno e infuoca di luce, di passione e di colori tutto il suo golfo.

Gianni Fiorito

Autore: Gianni Fiorito

Semplicemente Gianni. Vivo per il mio adorato territorio, girandolo in lungo e in largo per conoscerlo e ammirarlo. Amo la cultura in tutte le sue sfumature e declinazioni, viaggio per imparare la bellezza della diversità e il fascino dell’uguaglianza. Trascorro la mia giovinezza nella dolce Salerno, cullato da vividi tramonti e da fragorose onde. Il liceo classico Torquato Tasso mi ha fornito un grande bagaglio formativo, una specie di valigia che mi porto sempre dietro, come la coperta per Linus o la bacchetta per Harry Potter. Ora sono un laureando in Scienze Giuridiche all’Università Federico II di Napoli. Le mie variegate esperienze e gli affetti mi hanno permesso di avere valori e principi saldi ai quali non rinuncerei mai. Credo nelle scelte e nel coraggio dell’uomo, credo nella forza della parola e della scrittura, credo nella capacità di lasciarsi sempre meravigliare dalla vita, credo nella possibilità di creare ogni giorno un mondo migliore.
Mare e spiagge da non perdere nel golfo di Salerno ultima modifica: 2019-08-13T09:00:04+02:00 da Gianni Fiorito

Commenti

To Top